Psicoterapia

Ciò che chiamiamo caso non è e non può essere altro che la causa ignorata di un effetto noto. (Voltaire)

 

La Psicoterapia Cognitiva: quando e perché?

Può capitare che a un certo punto della propria vita si senta una forte esigenza di dare uno sguardo approfondito ai propri contenuti mentali.
Questa necessità nasce da un malessere interiore che pervade e condiziona il nostro umore e le nostre relazioni.
Si ha l’impressione di avere perso la propria consapevolezza di sé e si abbia l'urgenza di ricalibrare il proprio percorso personale.
Ci si rende conto che la sofferenza psicologica (o il sintomo) ci sta allontanando dai nostri obiettivi di vita, creando confusione e disorientamento nei nostri stati mentali.
L'esigenza di intraprendere una psicoterapia, il più delle volte, coincide con un profondo malessere, ma altre volte può emergere prima di sviluppare un vero e proprio disagio, come se fosse un campanello d’allarme che ci segnala che qualcosa nella nostra direzione di vita non funziona o che sta iniziando a produrre una sofferenza.
La psicoterapia cognitiva è soprattutto un percorso esistenziale. Esistenziale perché tocca i significati, a volte anche più viscerali, ancestrali e inconsapevoli, che abbiamo dato a noi stessi, agli altri e al mondo. Questi significati possono arrivare ad irrigidirsi e a condizionarci fino a farci allontanare da quelli che per noi erano importanti obiettivi e valori di vita.

La Psicoterapia è anche un percorso personale di autodeterminazione: la figura dello psicoterapeuta non giudica, non consiglia e non sceglie al posto tuo, ma ti aiuta a far emergere le tue peculiarità, le tue risorse, ma anche i punti nei quali tendi ad “inciampare”.
Quando si acquisisce coscienza di sé e si fa chiarezza su come funziona il proprio malessere e quali siano i meccanismi che alimentano la propria sofferenza, si ha maggiore libertà di poter scegliere di come proseguire o di cambiare ciò che non funziona nella propria vita.

La Psicoterapia è un atto di libertà.
E il primo passo verso la libertà è la Consapevolezza.

 

Aree di Malessere:

Problematiche relazionali: dipendenza affettiva, fobia e ansia sociale, problemi con il partner all'interno della coppia (crisi, incomprensioni, tradimenti, conflitti, gelosia), sensazione di solitudine e abbandono, lutti.

Disturbi depressivi e dell’umore: depressione, ciclotimia, significativi cambiamenti di umore.

Disturbi legati all’Ansia e Fobie: ansia generalizzata, disturbo post traumatico da stress, claustrofobia, agorafobia, fobie specifiche e situazionali, attacchi di panico.

Infertilità e PMA: problematiche psicologiche e relazionali legate a temi come infertilità, fecondazione assistita e aborti.

Gravidanza e Post Partum: ansia e depressione durante la gravidanza e il post partum.

Disturbi del Pensiero Ossessivo: ossessioni, immagini intrusive, pensieri persistenti, compulsioni.

 

Se vuoi ricevere maggiori informazioni per intraprendere un percorso di psicoterapia cognitiva o fissare un primo appuntamento, puoi contattare la Dott.ssa Michela Andreoli titolare dello Studio Psicoterapia Cognitiva a Brescia, telefonando al 3355787099 o inviando una richiesta informazioni tramite il form.

Summary
Psicoterapia
Article Name
Psicoterapia
Description
La Psicoterapia Cognitiva: quando e perché? Può capitare che a un certo punto della propria vita si senta una forte esigenza di dare uno sguardo approfondito ai propri contenuti mentali.
Author
Publisher Name
Studio Psicoterapia Cognitiva
Publisher Logo